Oh beh

E’ tutto un affastellarsi di pensieri: per carità si tratta solo di idee raccattate qua e là, cose che avrei voluto scrivere ma che di mattina presto non riescono a penetrare quel velo di rincoglionimento che mi circonda. Ieri sono stato da mia nonna e la macchina m’ha portato a zonzo per queste strade mica tanto trafficate della Valsesia. E vedevo questo mondo un po’ a parte, queste bei giardini, questo gusto per l’inutile ma bello. Un mulino a vento funzionante in miniatura, pacchianissime statue di ceramica, una fontana abbandonata in mezzo ad un campo. Villette ben curate, particolari; ci leggevo il gusto di fare le cose come pare invece che come si dovrebbe, la capacità di inseguire il proprio modello di bellezza. Accanto orti e baracche che se ne stavano lì senza mica vergognarsi, tutt’altro. Avevano il loro ruolo in quel piccolo mondo ancora in parte rurale. Non so se c’entri ma magari è un po’ di cultura Walser
(popolazione tedesca del ‘500 che si è sistemata in Valsesia) che è rimasta perchè direi che certi giardini a me ricordavano un po’ altri visti nella bassa Germania o nella Svizzerda tedesca. Solo un po’ più originali, alla buona. Un po’ più liberi.

Ora mi ricordo che volevo visitare il blog di una persona che se ne va in giro per l’Italia con un asino:
http://lasino.org/.

Annunci

4 responses to this post.

  1. Posted by giulia venturini on 17 settembre 2007 at 10:19

    continuo a non capire se sei un genio o solo un po’ folle.non che le due cose si escludano l’un l’altra…spero tu non ti offenda troppo, era un modo per farti capire che apprezzo, in ogni caso apprezzo.

    Rispondi

  2. Posted by Paolo Cavicchi on 16 settembre 2007 at 10:19

    Penso e ripenso, e nel pensar divento pazzo…

    Rispondi

  3. Posted by nonhodormi​tomai on 16 settembre 2007 at 10:19

    grazie per il link davvero illuminantemassimo

    Rispondi

  4. Posted by Diana on 16 settembre 2007 at 10:19

    Questo post è bellissimo. Soprattutto:
    una fontana abbandonata in mezzo ad un campo
    Accanto orti e baracche che se ne stavano lì senza mica vergognarsi, tutt’altro
     
    Scrivi veramente bene e hai un modo originale e bello di guardare le cose.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: