Ora vado al bar ad ubriacarmi e a fare chiacchiere tristi ma prima vi volevo annoiare con delle cose che fanno pena però se le penso è perchè sono fatto così. Non che mi dispiaccia eh.

Sai a volte penso solo a dove ti incontrerò, una fermata del pullman
non fosse banale. O ti incontrerò seduta sul bordo di una fontana,
incantata a controllare l’acqua immobile. Forse sarà in un parco,
distesa fra l’erba, incurante del freddo che ti sbrana, concentrata su
un cielo grigio perla. Ti incontro ogni giorno che cammino nel bosco,
di castagni dietro casa, o nella mia povera mente. A volte mi chiedo
come ti riconoscerò, sarà forse un tuo sorriso o forse solo un fremito
ad annunciarmelo; il cuore a farsi troppo grande. A volte mi chiedo
come faccio ad aspettarti, come farò a perdonarci il tempo perso; mi
rispondo che saprai curare tutto con uno sguardo, uno solo, immenso. A
dirmi una vita in un momento. A volte mi chiedo, se magari non ti si è
rotta la sveglia o non abbia perso l’agenda. Non fosse che mi fido
inizierei a preoccuparmi. A volte penso che per come sono fatto io tu
non puoi certo esistere, a volte credo che se sei ideale come sei sarai
abbastanza intelligente da starmi alla larga. A volte lo scrivo ma non
è che poi lo pensi. E’ solo che tu ora fra tutte le possibilità di
capelli rossi e riccioli, e lunghe trecce nero notte tu emergerai unica
come io non so pensarti. Cancellerai la sciocchezza di divagazioni, di
ricerche vacue. Ti farai luce fra questo mio arrancare che stanco e
frustrante proseguo. Di lontano, sono certo, apparirà quella luce dove
mi fermerò. E’ quel tuo esserci, lontana dove io non so, che da quel
senso al mio camminare.

Annunci

2 responses to this post.

  1. Posted by Elena on 2 gennaio 2008 at 01:52

    Sai,mi hai fatto un pò ridere e un pò piangere, perchè volevo fare un giretto veloce tra una pausa e l’altra e mi è subito caduto l’occhio qui, e infine perchè c’è questo: http://tintinalie.spaces.live.com/blog/cns!D02979DF4F38F80A!743.entrye poi anche perchè le donne e gli uomini non sono così diversi, alla fine. (forse.)[Sono mesi d’inferno, domani sono a casa e me lo leggo ben bene ‘sto tuo blog, ho mancato di farlo recentemente.]

    Rispondi

  2. Posted by FedErica Di lorEnzo on 31 dicembre 2008 at 01:52

    ……….

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: